L'isola di Capri è situata nel golfo di Napoli, di fronte la penisola sorrentina, ed è celebrata per la sua bellezza sin dai tempi dell'impero romano.

L'isola, che a differenza delle vicine Ischia e Procida è di origine carsica, originariamente era unita alla Penisola Sorrentina, salvo essere successivamente sommersa in parte dal mare e separata quindi dalla terraferma, dove oggi si trova lo stretto di Bocca Piccola.

La costa è frastagliata ed è costituita da numerose grotte nascoste sotto le scogliere, che in epoca romana furono utilizzate come ninfei delle sontuose ville costruite qui. La più famosa è senza dubbio la Grotta Azzurra, in cui magici effetti luminosi, furono descritti da moltissimi scrittori e poeti.

Caratteristici di Capri sono i celebri faraglioni, piccoli isolotti rocciosi a poca distanza dalla riva che creano uno spettacolare effetto scenografico e paesaggistico.

 

L'isola d'Ischia è un'isola del Mar Tirreno, appartiene al gruppo delle isole flegree ed è posta all'estremità settentrionale del golfo di Napoli poco distante dalle isole di Procida e Vivara.

Grazie alla rigogliosa vegetazione, Ischia è denominata Isola Verde.

Il suo nome appare per la prima volta in una lettera inviata da Papa Leone III a Carlo Magno nell’813 dove viene definita iscla, da insula che significa appunto isola, anche se alcuni ricollegano il termine alla parola di origine semitica I-schra, "isola nera".